25 aprile 2017
Aggiornato 08:30
La causa il contatto tra la lave bollente e la neve

Etna, esplosione da un cratere: 10 feriti non gravi

Una decina di persone sono rimaste ferite dall'esplosione di uno dei crateri dell'Etna che da alcune settimane è in attività

CATANIA - Una decina di persone sono rimaste ferite dall'esplosione di uno dei crateri dell'Etna che da alcune settimane è in attività. Fortunatamente nessuno si trova i condizioni gravi e soltanto sette persone sono state ricoverate negli ospedali di Catania e Acireale. Dalle prime informazioni, gli escursionisti, che sono stati colpiti da materiale lavico, avrebbero riportato graffi, contusioni e stordimento.

La causa
Secondo gli esperti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a provocare l'esplosione freatica è stato il contatto tra la lava incandescente della colata dell'Etna e la neve presente ad alta quota. Il fenomeno, conosciuto dagli esperti dell'Ingv di Catania, è avvenuto a 2.700 metri di altezza, sul Belvedere dell'Etna, in territorio di Nicolosi.