25 aprile 2017
Aggiornato 08:30
Su 180mila migranti arrivati nel 2016 i siriani sono un migliaio

Grimoldi (Lega): perché dobbiamo mantenere chi non scappa dalle guerre?

Secondo Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, la maggioranza dei migranti che arrivano sulle nostre coste non sono profughi e non fuggono dalle guerre

ROMA - Non si placano le polemiche sull'immigrazione. Secondo Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, la maggioranza dei migranti che arrivano sulle nostre coste non sono profughi.

Su 180mila i siriani meno di 1000
 «Nel 2016, secondo gli ultimi dati forniti dal ministero degli Interni, in Italia sono sbarcati oltre 180mila immigrati, il 18% in più rispetto ad un anno fa, di questi 180mila meno di un migliaio sono siriani, mentre tutti gli altri sono tutti africani, addirittura il 21%, quasi 40mila, sono nigeriani che non scappano da nessuna guerra, come non scappano da nessuna guerra gli altri 40mila provenienti dalla Guinea, dal Mali, dal Senegal, dalla Costa D'Avorio o i quasi 10 mila provenienti dal Bangladesh. Perché dobbiamo mantenere nei centri di accoglienza, nelle strutture o negli alberghi questo esercito di 180mila immigrati che sappiamo essere clandestini che non scappano da nessuna guerra?».

1 miliardo di euro per 40mila rifugiati
Lo ha chiesto Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda. «Solo i 40mila nigeriani, da soli - ha continuato - costeranno circa 1 miliardo di euro: non si può fare un accordo con il Governo nigeriano per rimandarli tutti indietro? Perché dobbiamo sprecare un miliardo senza nessuna valida ragione?».