23 maggio 2017
Aggiornato 10:30
Lo riferisce il Corpo Forestale dello Stato

Meno incendi in Italia

Rispetto al 2012 la situazione del fenomeno incendi boschivi oggi sembra essere «sensibilmente migliorata, con valori generali piuttosto bassi e una tendenza che si colloca ben al di sotto degli andamenti medi periodici stagionali, riferiti al quinquennio precedente 2008-2012»

ROMA - Meno incendi in Italia: rispetto al 2012, che era stato caratterizzato da un andamento invernale «assolutamente anomalo e molto al di sopra delle medie stagionali», la situazione del fenomeno incendi boschivi oggi sembra essere «sensibilmente migliorata, con valori generali piuttosto bassi e una tendenza che si colloca ben al di sotto degli andamenti medi periodici stagionali, riferiti al quinquennio precedente 2008-2012». Lo riferisce il corpo forestale dello Stato secondo il quale il confronto dei dati statistici relativamente al periodo 1 gennaio-10 luglio, con riferimento all'anno precedente, evidenzia una sostanziale diminuzione del numero degli incendi, che sono stati circa il 75% in meno rispetto alla media 2008-2012. Anche le superfici percorse dal fuoco fanno registrare valori piuttosto bassi (- 90%) rispetto alle medie stagionali dello stesso periodo 2008-2012.

I dati che presentano un maggiore scostamento dalle medie di periodo sono quelli relativi al mese di giugno, con valori minori rispetto agli andamenti storici, indice della tendenza a una traslazione temporale della stagione a maggiore rischio verso i mesi di luglio, agosto e settembre.

SEGNALATE 594 PERSONE - Le attività contro i crimini di incendio boschivo effettuate dai Comandi territoriali del Corpo Forestale dello Stato, hanno consentito nel 2012 di segnalare all'autorità giudiziaria 594 persone (di cui 543 per incendi colposi e 51 per incendi dolosi). Di queste 15 sono state tratte in arresto o in applicazione di misure di custodia cautelare per incendio doloso. Nel periodo 2000 - 2012, sono state segnalate complessivamente all'Autorità giudiziaria per incendio boschivo ai sensi dell'art. 423-bis c.p. un totale di 5.173 persone, di cui 164 tratte in arresto in flagranza di reato o sottoposte a misure di custodia cautelare.
Nel corso del 2013 sono state sinora emesse 77 comunicazioni di notizia di reato per incendio boschivo.