Operazione della Guardia di Finanza

Droga, maxioperazione contro asse mafia-camorra: 40 arresti

Sono accusati di aver gestito un imponente traffico di droga tra la Sicilia, la Campania e l'Olanda. Per questo stamani la Guardia di finanza del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato 42 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti ed al possesso e detenzione di armi da fuoco

Droga, maxioperazione contro asse mafia-camorra: 40 arresti

Droga, maxioperazione contro asse mafia-camorra: 40 arresti

PALERMO - Sono accusati di aver gestito un imponente traffico di droga tra la Sicilia, la Campania e l'Olanda. Per questo stamani la Guardia di finanza del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato 42 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti ed al possesso e detenzione di armi da fuoco. L'operazione, denominata «Pret a porter», ha interessato le province di Catania Napoli Palermo Caserta Ragusa Bologna Siracusa Enna Cosenza Terni ed Isernia.

La richiesta dei provvedimenti è stata avanzata dai pm Antonino Fanara e Andrea Bonomo, sostituti procuratori della Direzione Distrettuale Antimafia di Catania sulla scorta degli esiti delle indagini dei Finanzieri del Gico del Nucleo di Polizia Tributaria di Catania

Le indagini della Guardia di Finanza sono scattate nel 2006 dopo che all'aeroporto catanese Fontanarossa era stata arrestata una donna di origine dominicana, appena arrivata dai Paesi Bassi, che aveva ingerito 98 ovuli che contenevano poco più di un chilo di cocaina.

Dopo l'arresto della donna i militari sono riusciti a identificare sia i fornitori che i destinatari dello stupefacente sequestrato, facendo luce su una associazione per delinquere composta da italiani, alcuni dei quali noti come organici ad associazioni mafiose, e soggetti stranieri.

Ricostruite anche le rotte adoperate dai clan catanesi per il controllo dello spaccio nelle piazze della città e della vicina provincia di Ragusa con le famiglie catanesi che si rifornivano di grosse partite di cocaina in Campania da esponenti di spicco del clan camorristico di Torre Annunziata

Ma la Campania non era l'unica fonte di approvvigionamento. L'organizzazione inoltre reclutava all'estero i cosidetti «ovulatori», disposti anche a rischiare la vita pur di guadagnare qualche centinaio di euro per un singolo viaggio. In questi casi, per curare i rapporti tra i gruppi catanesi ed i grossisti residenti all'estero era stata creata una rete di soggetti sudamericani che dimoravano stabilmente a Catania e che, oltre ad organizzare le fasi logistiche finalizzate ad accogliere i corrieri, provvedevano anche al trasferimento degli introiti ricavati dalla transazioni andate a buon fine utilizzando i servizi di «Money Transfer».

Il gruppo catanese operante per conto del clan «Pillera -Puntina» aveva creato anche una base logistica a Bologna dove venivano stoccate le partite di marijuana «Orange Skunk» provenienti dall'Olanda da destinare, successivamente, a Catania utilizzando veicoli presi a noleggio o, più semplicemente, il treno.

Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati circa 14 chili di cocaina, 28 chili di marijuana del tipo «Orange Skunk» e sono state tratte in arresto 10 persone in flagranza di reato. Parallelamente, sono stai svolti anche approfonditi accertamenti patrimoniali, per individuare i beni immobili e le autovetture acquistate con i proventi dell'attività illecita. L'attività di polizia ha consentito di sequestrare beni mobili immobili e conti correnti riconducibili agli indagati, per un valore complessivo di 5 milioni di euro.

Seguici sui social network

Altre notizie

In primo piano

Cose serie

La sola speranza per l’Europa che invecchia sono proprio le nuov...

A Kiev opera un «partito della guerra»

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov: «Solo gli USA possono mo...

Anche la Merkel smentisce Der Spiegel

Le ricostruzioni del quotidiano tedesco sulla telefonata dei giorni sc...

La Germania dice no a Uber

L'app per prenotare dal proprio smartphone un noleggio con conducente ...

Sport

Rope jumping: quando il bunjee jumping diventa estremo

E' l'evoluzione del salto con l'elastico: ci si lancia nel vuoto tratt...

Radamel Falcao al Manchester United

Colpaccio nell'ultima giornata di calcio mercato per il club britannic...

Conte: «Vogliamo essere un esempio per gli italiani»

«Voglio una nazionale orgogliosa, umile e cattiva». Mette le cose in c...

Pennetta nei quarti. Ora Serena Williams

Nel match che ha aperto il programma odierno sull’Arthur Ashe St...

SciTech

Crimini informatici, task force UE-USA

J-Cat, con sede presso Europol, partecipa anche l'Italia. Obiettivo di...

Twitter, analytics accessibili a tutti

L'azienda americana lancerà una nuova funzione per consentire ai suoi ...

Sfida nei cieli tra Amazon e Google

L'azienda di Mountain View sta testando l'uso di droni per la consegna...

IDC ci ripensa e taglia della metà le stime delle vendite dei tablet

Dopo che la domanda si è rivelata più debole delle attese per il secon...

Donna

Fiorello: «Vorrei fare un programma alle 7 del mattino»

«Dipendesse da me, potrei garantire che non mi vedrete più in tv in qu...

Stress da rientro? Ecco come combatterlo

9 italiani su 10 riprendono il lavoro con ansia, stanchezza, mal di te...

Vip USA messi a nudo da attacco hacker

Foto di attrici famose ritratte nude o mentre fanno sesso, pirati info...

Infelice e ironico, Leopardi «secondo» Martone

Grandi applausi di pubblico e critica anche per il film di Mario Marto...

Motori

Il GP di Monza di Formula 1 non si tocca! Ecco il piano per salvarlo

Domenica 7 l'edizione n.85, i nuovi vertici dell'autodromo incontreran...

Renault Twingo, ecco la campagna presentata alla Mostra del Cinema di Venezia

Moderna e frizzante, ancorata ad un territorio grafico forte: l'illust...

MotoForPeace: in sella da Roma a Katmandu per solidarietà

I centauri, appartenenti alla Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e...

Button a gamba tesa su Rosberg: «Fa male alla F1»

Il pilota inglese della McLaren torna sull'incidente e condanna il ted...