Da Poste Italiane arriva

La carta Postepay Solidale dedicata al WFP

Presentata oggi a Roma, servirà a sostenere i progetti di alimentazione scolastica per i bambini di Haiti e del Benin

Bambini haitiani

Bambini haitiani

ROMA – Nasce la carta Postepay Solidale, la carta prepagata di Poste Italiane, per sostenere i progetti di alimentazione scolastica del Programma Alimentare Mondiale (WFP), l’agenzia delle Nazioni Unite in prima linea nell’assistenza alimentare.

La nuova carta prepagata, destinata in particolare alle aziende, al loro portafoglio clienti e alla Pubblica Amministrazione, è stata presentata congiuntamente da Poste Italiane e dal WFP, questa mattina, nel corso del convegno «Insieme contro la fame nel mondo», svoltosi presso la sede generale dell’agenzia Onu a Roma.

Grazie all’accordo con il WFP e con il suo Comitato Italiano, per ogni carta emessa e per ogni pagamento effettuato, Poste Italiane donerà parte dei ricavi della carta ai programmi di alimentazione scolastica ad Haiti e in Benin. In particolare, ad Haiti, il WFP fornisce, ogni giorno, un pasto ai bambini di 3.296 scuole in 10 dipartimenti del Paese, mentre in Benin ha esteso i programmi di alimentazione scolastica a 103mila bambini in 364 scuole delle aree rurali più povere. Si tratta di interventi che rientrano nel più vasto programma di pasti a scuola che il WFP fornisce, ogni anno, a oltre 21 milioni di bambine e bambini del Sud del Mondo.

Nel corso del convegno di lancio della nuova Postepay Solidale, presentata congiuntamente da Guido Emiliano Doveri, Responsabile Corporate e Pubblica Amministrazione BancoPosta e da Nancy Roman, direttore Settore Privato, Comunicazione e Public Policy del WFP, Poste Italiane ha annunciato anche una donazione extra ai programmi di alimentazione scolastica del WFP in Lesotho, che servirà a fornire un pasto a scuola a 25.000 bambini.

La scelta di Poste Italiane di collaborare con il WFP e di offrire un aiuto concreto ai bambini meno fortunati rientra tra le iniziative portate avanti dal Gruppo nell’ambito del suo impegno a perseguire un modello di sviluppo sostenibile, capace di coniugare business ed etica.

Seguici sui social network

Altre notizie